FAQ Utilizzatore

PER GLI UTILIZZATORI

Sì, ma in ogni caso non è possibile ricevere un resto in denaro. Nel caso invece di utilizzo per acquisti di importi superiori al valore facciale, l’utilizzatore deve corrispondere in denaro la quota parte superiore al valore del buono.

I buoni pasto sono validi solo in Italia e su tutto il territorio nazionale. Eventuali limitazioni geografiche devono essere indicate chiaramente sul fronte del buono pasto stesso.

Sì, esclusivamente da parte di prestatori di lavoro subordinato o collaboratori durante la giornata lavorativa. In pratica, quindi, da persone che effettuano turni di lavoro. Stesso discorso si applica all’orario post-pomeridiano; non vi sono infatti limiti dal punto di vista temporale all’utilizzo del buono, purché sia utilizzato nell’ambito della giornata lavorativa.

No. Ai sensi dell’art. 2 del DPCM 18 novembre 2005, il buono pasto è un documento di legittimazione che consente al possessore il diritto di ottenere dagli esercizi convenzionati la somministrazione di alimenti e bevande e la cessione di prodotti di gastronomia pronti per il consumo, con esclusione di qualsiasi prestazione in denaro. Il buono pasto, inoltre, non è cedibile, commercializzabile e convertibile in denaro; infatti può essere utilizzato solo se datato e sottoscritto dall’utilizzatore.

Sì, la scelta sui soggetti cui erogare i buoni pasto ricade esclusivamente sul datore di lavoro, che finanzia interamente il costo degli stessi.

Il servizio sostitutivo di mensa può essere offerto dall’azienda a:

  • – tutti i prestatori di lavoro subordinato, a tempo pieno e/o parziale (c.d. part-time), anche qualora l’orario di lavoro non preveda la pausa pranzo;
  • – tutti i soggetti che hanno instaurato un rapporto di collaborazione anche non subordinato (ad esempio, i lavoratori a progetto)

Il buono pasto può essere utilizzato per l’acquisto di prodotti alimentari presso i supermercati convenzionati.

Non è possibile che l’esercente chieda una percentuale di trattenuta. Se dovesse accadere, l’utilizzatore del buono pasto può inviare una email con la segnalazione, specificando tutti i dati del locale quali RAGIONE SOCIALE, P. IVA ed INDIRIZZO dell’Affiliato.

[ssba-buttons title="FAQ Utilizzatore" url="http://www.buonipasto.it/faq-utilizzatore/"]